plancton baia delle balene auckland magazine travel viaggio romantico vinicio mascarello

Qui la notte la spiaggia e il mare si illuminano di un blu fluorescente da togliere il fiato

Se cercate una meta insolita e romantica per festeggiare San Valentino (e non solo), vi consiglio Auckland, precisamente la spiaggia di Tindalls, sulla penisola di Whangaparaoa.
Viene definita la baia delle balene della Nuova Zelanda ed è caratterizzata da un fenomeno raro e suggestivo da togliere il fiato e far sognare, come testimoniato da alcuni recenti scatti firmati dalla fotografa Alistair Bain e pubblicati su La Stampa.

Il bagliore fluorescente che caratterizza questa spiaggia e le sue magnifiche acque, tra onde e grotte da scoprire, è causato da una reazione di ossidazione all’interno del corpo del plancton che produce luce per distrarre i predatori. Un fenomeno assolutamente imprevedibile sia per quando può verificarsi che per quanto può durare, poiché questo organismo, se spaventato, potrebbe fuggire lasciando svanire il sorprendente effetto luminoso.

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.