anna iberti festa della repubblica italiana vinicio mascarello

Rinasciamo insieme, all’insegna di volti sorridenti, donne ed energia

Si chiamava Anna Iberti e divenne uno dei volti-simbolo della neonata Repubblica Italiana. Erano i giorni dopo il 2 giugno del 1946, quando la bella Anna si fece fotografare sorridente da Federico Patellani, con la testa solare a sbucare dalla copertina del Corriere della Sera.

Un’immagine che mi entrata nel cuore, simbolo dell’Italia che nacque nel segno delle donne, per la prima volta al voto proprio per il Referendum che decretà la nascità della Repubblica, e dell’energia.

Oggi come ieri abbiamo bisogno di buone speranze, gioia, prospettive felici ed entusiasmo.
Come quello di Anna il cui volto fu il 42° di una lunga serie, tutti rigorosamente fatti con una Leica. E da quella esperienza Patellani aveva tratto il suo manifesto del fotogiornalismo “Il giornalista nuova formula” nella Milano della ricostruzione.

Rinasceva l’Italia.
E oggi rinasce l’Italia.
Voglio pensare che questo spirito oggi possa tornare a splendere, tra creatività ed imprenditoria, regalando energia al nostro Paese.
E buona Festa della Repubblica a tutti!

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.