staycation vinicio mascarello

Viaggiare è impossibile? Cerchiamo di farlo – Covid permettendo – vicino a casa. Si chiama Staycation

Una vacanza nei posti che amiamo, magari proprio dove abitiamo.
Follia? Assurdità? Devo dire che inizialmente, o meglio, fino a qualche tempo fa questa idea mi avrebbe lasciato perplesso: che senso avrebbe, avrei pensato, lasciarsi alle spalle casa per stare… a casa, tradotto in soldoni.
Ma lo sappiamo, poi è arrivato il Covid19 e la casa è diventata il nostro tutto per tanti mesi, e ancora oggi lo è, solo che ci sentiamo meno confinati – e in fondo lo siamo – e più liberi di poterla vivere con meno pensieri.
Ecco, dunque, che in tutto il mondo si è fatta strada la Staycation, ovvero la vacanza nel proprio luogo di residenza. Una piccola evasione da regalarsi e che può essere l’occasione per realizzare il sogno di soggiornare in qualche hotel di lusso a prezzi concorrenziali e sentirsi turisti nella propria città. 
A promuovere questo nuovo stile di vacanza o weekend – di prossimità, direi – gli stessi hotel che negli ultimi mesi ne hanno dovute inventare di ogni genere per aprire le porte delle loro strutture. Stavolta anche ai concittadini, con offerte ad hoc e pacchetti scontati tra cene gourmet e la possibilità di usufruire della spa e dei servizi che ci permettono anche di fare smart working, In hotel, in vacanza, come a casa, vicino a casa.
E ce ne sono di lusso, ovviamente.

QUALE LUSSO DIETRO CASA?

Tra le offerte di Staycation spiccano quelle dei luxury hotel Portrait a Firenze e del Mandarin Oriental di Milano che per circa 680€ propone pacchetto per due nel weekend a 5 stelle lusso e cena al ristorante due stelle Michelin, spa inclusa.
E nella capitale? All’Hotel Splendide Royal è arrivata la formula Staycation al Mirabelle: si può soggiornare in una delle 68 camere e suite con capatina al Ristorante per degustare il menù autunnale a 150 € a persona firmato dallo chef Stefano Marzetti e del pastry-chef Sebastien Delandre. Se cercate qualcosa di più intimo e discreto, l’Hotel Vion farà per voi con ristorante nel celebre ristorantino Adelaide premiato dal Gambero Rosso e guidato dallo chef Gabriele Muro. Il costo?  380 € a coppia, con prima colazione.
Zone colorate permettendo – ovviamente – si può scoprire anche la bella Bologna magari all’hotel I Portici in una delle camere ricavate dentro l’ottocentesco Palazzo Maccaferri con cena nell’omonimo del giovane chef Gianluca Renzi, una stella Michelin.

ALLA SCOPERTA DI VENEZIA

Città magica, da sogno, anche per chi, come noi, ce l’ha a un tiro di schioppo. Negli alberghi targati Marriot di Venezia, Milano, Roma e Firenze con la Staycation Marriott si propone cenetta vista nel centro storico e proposte gourmet dei ristoranti all’interno degli hotel con invito a prendersela con calma, rilassarsi.
Fa gola la proposta veneziana dell’Hotel Danieli, sfarzoso e raffinato, che abbina soggiorno, cena gourmet sull’iconica terrazza per un pacchetto che include pernottamento, colazione e cena per due a tre portate con acqua e caffè, da 450€.
O ancora al Baglioni Luna dove trionfa la passione per l’antiquariato dietro l’angolo di Piazza San Marco. Suite vista sulla laguna e Top Suite, veri e propri appartamenti indipendenti dove è possibile godere di servizi esclusivi come maggiordomo, breakfast e cene gourmet servite in house, a disposizione per chi può.
Dulcis in fundo, il veneziano Hotel Novecento: un delizioso boutique hotel vicino a Piazza San Marco con arredi etnici e stoffe preziose per entrare nel mood di quella che fu la capitale dei mercanti. Letti di ispirazione tailandese, arazzi stampati e tappeti marocchini si appoggiano a pareti decorate con tessuti in seta. Come quelli di Mariano Fortuny.

Follow & Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.